VASCA DEL NINFEO

Lo stile è Neoclassico della seconda metà dell’800 inizio del ‘900. ( Dimensioni: ml. 8,70 x 4.30 profondità ml. 0.75).

L’insieme vasca-vegetazione è di una certa suggestione e arricchisce la morfologia del luogo con la morbidezza della sua forma.

Il manufatto è di forma ellissoidale con una leggera esedra nella parte più lunga a valle.

La parete verticale di fondo segue il ritmo della vasca con, ai lati, due nicchie con arco a tutto sesto, ricavate nella muratura a ricorsi orizzontali d’intonaco. La vasca è profonda ml. 0.75: all’esterno presenta una risega che definisce la leggera esedra, uno zoccolo a sezione semi-toroidale sottolinea l’andamento del parapetto, interrotto nella zona centrale dove vi è il troppo pieno. La parte centrale e quelle laterali interessate dalle nicchie, sono contenute nella parete della vasca che si conclude nello zoccolo laterale. La parte alta è conchiusa da una cornice con marcatura continua, sormontata dal listello piatto, da due listelli sovrapposti, una modanatura a gola egizia e listello superiore aggettante, al centro vi è una caditoia a forma ci conchiglia. Nel mezzo del catino vi è una colonnina base di una statua ora scomparsa. Il manufatto è costruito con muratura di pietra intonacata e tinteggiata.

I pilastrini e la ringhiera metallica sono di interventi successivi.