E' un albero sempreverde, con elevata capacità pollonifera, foglie persistenti anche per più anni, di forma ovata-lanceolata, colore verde scuro, lucide nella pagina superiore, e ricche di ghiandole aromatiche. La chioma ha forma conico – piramidale.

Come il bosso è utilizzato per formare siepi e sieponi. Sono apprezzabili, vicino al tempietto delle acque ed all’agrumeto, le ceppaie originarie dalle quali si elevano polloni di notevoli dimensioni che creano sieponi alti fino a 7 – 10 metri. Nel parco l’alloro si è molto diffuso nei decenni d'abbandono, cioè prima dei lavori di restauro, formando un piccolo bosco sulla superficie subito al di sotto dell’aranceto.